LA TOUR BRETAGNE A NANTES

    Ritorno
    La Torre Bretagna, il faro di Nantes

    Autore: Elise Menager

    Quando arrivate a Nantes, non potete perdervi la Tour Bretagne. Unico grattacielo nantese, la Tour Bretagne festeggerà i suoi 40 anni a novembre 2016. E anche se oggi non potremmo immaginare la città di Nantes senza di essa, la Tour Bretagne è stata considerata per molto tempo come una verruca…
    Per me, è sempre stata come un faro nella città… e nella mia vita!

    Quando si arriva in Place Bretagne, ai piedi della torre, si ha la piacevole impressione di aver viaggiato nel tempo… Hop, eccoci tornati negli anni 70! L’architettura del quartiere risale al dopoguerra e soprattutto al periodo successivo ai bombardamenti nantesi. È senza dubbio per questo motivo che questo quartiere ricorda alla lontana Manhattan! Ad ogni modo, nella mia immaginazione di bambina, la Tour Bretagne, è sempre stata il mio Central Business district e mi vedevo già con la mia valigetta sotto braccio, arrampicarmi fino al 20° piano per raggiungere il mio ufficio!
    10 anni dopo, nonostante non ci abbia lavorato dentro, ho vissuto a due passi dalla Tour Bretagne. E quando rientravo la sera dopo aver trascorso interminabili serate studentesche, il mio punto di riferimento era questo faro urbano!

    Come qualsiasi faro bretone che si rispetti, la Tour Bretagne è spazzata dai venti e la piazza in cui è stata costruita nel novembre 1976, è sempre in mezzo alle correnti d’aria! La piazza maledetta dalle messe in piega, ma adorata per guardare sotto le gonne delle ragazze!


    Dal 2012, la Tour Bretagne accoglie un nuovo ospite… Nessun gabbiano o cormorano, ma un enorme airone che ha fatto il suo nido in cima al 32° piano!


    Prendendo l’ascensore, possiamo ora arrivare fino in cima alla Tour Bretagne, dove è nascosto questo nido. Ci si accoccola su uno degli sgabelli a uovo per sorseggiare un succo ammirando la vista panoramica su Nantes! La città si rivela, dall’alto dei 144 metri della Torre, i distinguono i quartieri, i tram e gli astanti che abbondano nelle strade, si cerca il Castello (non così facile da trovare), si scattano foto del tramonto, dei selfie con lo sfondo del nostro quartiere, ci si rende conto che Nantes è grande e che per fortuna c’è questo faro per contemplarla dall’alto!

    Vedi su google maps

    Come arrivare a Nantes