L’UNICO LIEU UNIQUE

    Ritorno
    L’unico LIEU UNIQUE!

    Autore: Elise Menager

    Quando ero piccola e passavo davanti all’imponente biscottificio di Nantes, il mio stato d’animo non era del tutto tranquillo. Sul finire degli anni '80, l’aspetto del quartiere situato tra la stazione sud e una delle ultime fabbriche di Nantes quasi al centro città, era piuttosto austero.

    Poi un giorno, la fabbrica di biscotti chiuse i battenti cittadini e fu trasferita a poche decine di chilometri, alla periferia di Nantes. Fu così che LU divenne un nuovo marchio per gli amanti della cultura e dell’arte contemporanea: Il Lieu Unique.

    Riscoprii questo luogo nel 1999, quando arrivai a Nantes per i miei studi universitari. All’epoca, per celebrare il nuovo millennio, la città di Nantes aveva organizzato la raccolta di una vasta collezione di oggetti del XX° secolo, depositati poi nel Grenier du Siècle, visibile dalla facciata posteriore del Lieu Unique. Occorrerà aspettare fino al 2100 per la riapertura di questi involucri temporanei!
    Ovviamente, pure io avevo un forte desiderio di lasciarvi un oggetto, a testimonianza della mia vita di studentessa. Scelsi così una penna stilografica con alcune cartucce di ricambio da introdurre in questa gigantesca cassaforte! A 17 anni di distanza, devo riconoscere che la matita è stata una grande idea, perché da allora non ho mai smesso di scrivere e ancora oggi la scrittura à la mia grande passione!

    L'anno successivo, traslocai e andai a vivere in una via nei pressi del Lieu Unique. Più che un centro di ricerca per lo sviluppo culturale, il Lieu Unique divenne il mio quartier generale! Trascorrevo le mie serate al bar a sorseggiare la birra della casa, la domenica andavo in libreria o da Georges il negozio d'angolo (oggi sparito), ma anche il ristorante era indubbiamente una delle mie mete preferite. Adoravo il suo arredamento di esplorazione urbana, post-industriale, che richiamava alla mente lasciando ancora intatto il profumo (di biscotti) che vi si respirava una volta...

    Ebbi anche la possibilità di assistere a spettacoli d’arte vivente completamente rivisitati, che portavano la firma artistica di Jean Blaise, direttore del Lieu Unique fino al 2011, ricordo ad esempio una folie douce adattata di Alice nel Paese delle Meraviglie!

    Per rendere perfetto questo luogo assolutamente inedito, nel seminterrato della fabbrica fu anche inaugurato un hammam! Ovviamente l’ho provato e apprezzato e ne conservo un delizioso ricordo...

    Ancora oggi, amo allungarmi sulle sedie a sdraio lungo il canale St. Felix, trascorrere ore in libreria a scoprire nuove riviste di nicchia o andare con i miei figli a scattarci foto divertenti nella cabina vintage nascosta in fondo al bar! Il Lieu Unique fa parte della mia vita a Nantes da sempre. E non smetterà di farne parte!

     

    Vedi su google maps

    Come arrivare a Nantes