MUSEI NON CONVENZIONALI A PALERMO

    Ritorno
    Museos en Palermo

    Autore: Tony Siino Twitter - Blog

    A Palermo ci sono dei musei molto belli e pieni di opere d'arte meravigliose che si possono trovare su tutte le guide turistiche: Palazzo Abatellis, la Galleria d'Arte Moderna, Palazzo Riso, il Museo Salinas, il Museo Diocesano...non è di quelli che parleremo. Ci sono anche dei musei non convenzionali molto interessanti.

    IL MUSEO ZOOLOGICO DODERLEIN

    Il Doderlein fa parte del circuito dei musei dell'Università degli Studi di Palermo e ha ancora una ricca collezione di invertebrati e vertebrati, con teche su più livelli in cui sono conservati gioielli museali come la collezione di pesci del Mediterraneo (conservata secondo un trattamento ancora oggi segreto), quella malacologica (molluschi e conchiglie) e parti anatomiche animali. Mi ha colpito particolarmente l'esemplare imbalsamato di dodo, un bizzarro uccello che era comune alle Mauritius e che si è purtroppo estinto nel Seicento. Si tratta di un museo piccolo, un vero gioiellino.

    VITTINAVESPA

    Per chi è appassionato dello storico scooter della Piaggio, simbolo del design italiano del mondo, Vittinavespa è una meta obbligata. Il collezionista Filippo Sagona ha raccolto diverse Vespe, antichi giocattoli e oggetti vintage (juke-box, slot machine eccetera). Oltre ai modelli storici come la „faro basso“ ci sono anche rarità come una Vespa commissionata nel '56 dal Ministero della Difesa francese, con tanto di cannoncino con sei missili da trasporto e cesto con quattro missili supplementari, che è stata paracadutata in Vietnam durante la guerra. Notevoli anche la Vespa con sidecar e un modello da corsa.

    MUSEO DELL'ACCIUGA

    Ci spostiamo ad Aspra, vicino a Bagheria, per il Museo dell'Acciuga. Non c'è soltanto la conservazione dell'acciuga ma anche il rapporto ancestrale tra l'uomo e il mare in questa visita. Una delle storie che mi ha raccontato il fondatore Michelangelo Balistreri dice così: «Tanti e tanti anni fa, così tanti che non potete immaginare quanti, splendeva nel cielo una numerosa famiglia di stelle; stelle piccine piccine, ma luminosissime: forse le stelle più luminose di tutto l'universo celeste. Si chiamavano Engrauline ed erano molto, molto vanitose. Secondo la leggenda le Engrauline furono punite da Dio per la loro ostinata vanità, e dal cielo gettate in mare. Si chiamarono, da allora e per sempre, semplicemente acciughe».

    MUSEO DELLE CARROZZE

    Sempre in provincia, a Cinisi, si trova il Museo delle Carrozze. Sono state raggruppate vetture diverse (ad esempio Break, Briska, calessi, Landau Bateau, Ottomolle, Victoria), bardature, selleria antica, imboccature, fruste e documenti storici. I pezzi sono stati restaurati e si trovano in uno stato ammirevole. I legni aiutano a ripercorrere la storia di alcune famiglie nobili siciliane come i Trabia, i Mirto, i Niscemi, i Butera ma anche famiglie inglesi che fecero fasti commerciali nei secoli passati come i Whitaker, gli Horton e gli Hopps.

    MUSEO DELLE MARIONETTE

    L'ultimo museo non convenzionale è nei pressi di piazza Marina, il Museo Pasqualino. La Sicilia ha una tradizione popolare dell'opera dei Pupi che narrava delle Crociate e dei Paladini di Francia ma un po' in tutto il mondo si creano marionette. Qui sono raccolti pupi, testi, teatrini e arredi provenienti da Belgio, Francia, Spagna, Thailandia, Birmania, Vietnam e altri paesi. Sono presenti anche alcune maschere-marionette propiziatorie provenienti dall'Africa.

    Localizzazione: Palermo · Vedi su google maps

    Come arrivare a Palermo