AÉROSCOPIA: ALI E AEREI

    Ritorno
    Aeroscopia

    Author: Pierre-Brice Lebrun 

    Tolosa è un paradiso per gli appassionati di aerei: vi si fabbricano gli Airbus (e gli ATR), e per provarli, li si fa decollare e atterrare. Gli abitanti di Tolosa sono stati perciò, i primi a scoprire l’A380 e a vederlo sorvolare la città ogni giorno. Non mi stanco mai di ammirare le ali da squalo del nuovo A350, la sua linea e la sua eleganza, riconosco l’A400M dal rumore caratteristico delle sue potenti eliche: immaginate che tutti questi aerei, prima di atterrare passano sopra il mio giardino, trasformato in postazione di osservazione avanzata!      

    Lungo le piste dell’aeroporto di Blagnac, gli aerei, pronti ad essere consegnati, portano i colori di compagnie lontane, e i loro impennaggi fanno viaggiare i passeggeri che si apprestano ad imbarcare: adoro arrivare in anticipo all'aeroporto per osservarli.

    Tolosa dà le ali alla Francia da ormai un secolo!

    Il 9 ottobre1890, Clément Ader è stato il primo a far decollare una macchina volante: era originario di Muret, vicino Tolosa. Poi, Latécoère, Dewoitine e Breguet fabbricarono moltissimi aerei nella città rosa.

    I pionieri dell'Aeropostale, per raggiungere l'Africa e il Sudamerica, decollavano da Montaudran, un aerodromo oggi adibito ad altro uso, la cui pista, che fortunatamente è stata preservata, diventerà il cuore di un nuovo eco-quartiere.

    La Caravelle e il Concorde sono stati immaginati e assemblati a Tolosa, ed è dalla pista di Blagnac che sono decollati per il loro primo volo.

    Tolosa, più di qualsiasi altra città al mondo, meritava il suo museo dell'aviazione!

    Aéroscopia ha aperto le sue porte a pochi metri dalle piste dell’aeroporto di Blagnac e dagli stabilimenti Airbus, un'area adibita da molto tempo agli aerei.

    Un capannone gigante accoglie una ventina di aerei, tra cui un Super Guppy, l'antenato del Beluga, configurato per trasportare pezzi di Airbus, un Concorde e un Airbus A300B che è possibile visitare (prendere una passerella per passare dalla cabina dell’A300 al Concorde è alquanto divertente!). Ci avviciniamo ad un Mirage IIIC, ad un Mig, e ad uno Starfighter (costruito in Germania da Messerschmitt nel 1963, è stato ceduto dal museo militare tedesco di Koblenz), un Crusader ed un Merlin IV appartenuto al governatore del Kentucky (USA) prima di essere utilizzato da Météo France. Ci fermiamo nelle diverse aree che scandiscono la visita, per capire il funzionamento di un aeroporto, l'assemblaggio e il pilotaggio di un aereo, il rullio, il beccheggio e l'imbardata, per interessarsi all'archeologia aeronautica. Fuori, sulla pista riservata alla circolazione e allo stazionamento degli aerei, camminiamo sotto un altro Concorde (quest'aereo vanta due giri del mondo!), una Caravelle 12 che ha volato per Air Inter dal 1973 al 1995, ed un A400M: soprannominato Grizzly, è stato il primo A400M a decollare, nel dicembre del 2009.

    La maggior parte degli aerei appartengono alle Ailes Anciennes, un'associazione di appassionati insediata nelle vicinanze, che ogni tanto è possibile visitare.

    Sul Grande balcone di Aéroscopia, che offre una vista panoramica sul Museo, un magnifico affresco storico ripercorre l'epopea dell'aviazione, dai pionieri del XIX secolo al futuro di domani. I bambini, per imparare tante cose, seguono le avventure di Scopi.

    Ammiro la copia del Blériot XI, l’antenato che ha volato in occasione delle prime giornate aeronautiche di Tolosa (dal 30 luglio al 1° agosto1910) prima di collegare Pau a Tolosa, senza scalo, il 27 febbraio1911 (196 chilometri in 1 ora e 40 minuti, ossia una media di 117 km/h).

    Il suo giovane pilota, Roger Morin, ha vinto il premio del viaggio in aeroplano, assegnato dal giornale La Dépêche, prima di effettuare diversi voli nel cielo di Tolosa.

    Faccio lo slalom tra i modellini dei Dewoitine e di qualche Latécoère, ma anche di tutti gli Airbus, dall’A300 del 1972 fino all’A380: quando verrete al Museo, avrete sicuramente l'occasione di ammirarne alcuni dal vero, sulla pista degli aerei di Toulouse-Blagnac!

    INFO PRATICHE

    È possibile accedere ad Aéroscopia tramite la Voie Lactée, la strada che attraversa il quartiere dell'Aéroconstellation, o in tram (fermata Beauzelle della linea 1, prevedere poi, 15 minuti a piedi). Sul piazzale di Aéroscopia, con un po' di fortuna, potrete bere qualcosa al bancone di Hansel & Bretzel (mentre aspettate l'apertura della vicina Ferme Pinot e delle sue aree di ristorazione).

    Localizzazione: Toulouse · Vedi su google maps

    Come arrivare a Tolosa