IL CANAL DU MIDI

    Ritorno
    Il Canal du Midi

    Author: Pierre-Brice Lebrun 

    Il modo migliore per godere del fascino del Canal du Midi è pedalare o camminare lungo le sue rive: amo traversare Tolosa il mattino presto o la sera al calar della notte, quando le rive sono deserte. In pochi minuti ci si trova in campagna, sulla strada per Carcassonne, Narbonne e Sète: una volta passato il Port Saint Sauveur, gli edifici scompaiono a poco a poco, le case si distanziano, le auto si allontanano, gli uffici e i magazzini si diradano e ben presto si sente solo il canto degli uccelli e il gorgoglio dei pesci.

    Si cammina senza meta, tranquillamente, fino al ponte, al cartello indicatore o alla chiusa successiva, con la speranza di riuscire a prendere un autobus per rientrare in città (sarà possibile a Ramonville e a Castanet): sì, perché si dovrà pur tornare indietro, anche se la bellezza del luogo invita a sognare ad occhi aperti e a proseguire.

    Il momento che preferisco è durante la settimana, quando i dintorni del pacifico Canale trasudano serenità, quando il passeggiatore solitario può immergersi nelle proprie fantasie e lasciar vagare i pensieri senza essere disturbato da ciclisti e pedoni.

    È in questo momento che il Canale appartiene soprattutto ai pescatori: ognuno di loro ha il proprio posto, le proprie abitudini, il proprio albero, il proprio pontile o il proprio angolo per pescare, mi piace soffermarmi a guardarli mentre sorvegliano la lenza scrutando la superficie per non perdersi il minimo movimento di pinna. Sanno che i pesci da prendere sono ben pochi, ma ciò che conta è essere lì, tranquillamente, nel silenzio, in tutt'uno con questo Canale così seducente.

    Una via strategica

    Entrato a far parte nel 1996 del Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'UNESCO, il Canal du Midi è stato costruito nel XVII ° secolo per collegare il Mediterraneo all'Atlantico: fiancheggiato da pioppi, è ora percorso principalmente da imbarcazioni da diporto.

    I lavori - titanici per il tempo - ebbero inizio nell'ottobre del 1666, durante il regno di Luigi XVI °. Il cantiere durò 15 anni. Una volta inaugurato, il canale fu adibito al trasporto di viaggiatori e corrieri: occorrevano quattro giorni per collegare Agde a Tolosa.

    Il Canale facilitò gli scambi commerciali e spinse le esportazioni: il grano e il vino della Linguadoca venivano convogliati a Marsiglia o a Bordeaux da barche di 20 metri, trainate da cavalli o da uomini, lo zafferano e il pigmento del gualdo del Pays de Cocagne trovarono nuovi sbocchi, mentre il sapone, il riso della Camarga, il pesce essiccato e le spezie venivano scaricati direttamente nel Port Saint-Sauveur, per la gioia dei commercianti di Tolosa.

    Ma l'avvento del treno avrà la meglio sull'attività economica del Canale: l'entrata in funzione del servizio ferroviario tra il 1855 e il 1857 pose fine al traffico commerciale.

    Le alzaie sono divenute viali aperti a biciclette e pedoni, alcune chiatte ormeggiate stabilmente a Tolosa e nei dintorni di Ramonville Saint-Agne sono state trasformate in abitazioni.

    Il cassoulet di Castanet

    Se la fame e la sete dovessero cominciare a farsi sentire, a 12 chilometri da Tolosa, nella casa dell'ex custode della chiusa si trova un bar-ristorante-sala-da-the, l’Écluse de Castanet, (12 chilometri? Tranquilli: è anche possibile noleggiare delle biciclette, ad esempio presso La Maison du Vélo proprio di fronte alla stazione Matabiau).

    È piacevole bere un drink o un caffè nella terrazza per recuperare le forze, a volte pranzare con un petto d'anatra, un'insalata, un piccolo cassoulet (adoro il loro cassoulet), un confit o uno stinco di agnello; è la classica gita domenicale per godersi il sole e la forza tranquilla del Canale con la famiglia o il posto dove mi piace invitare i miei amici di passaggio...

    INFORMAZIONI PRATICHE

    La Maison du Vélo, 12, boulevard Bonrepos, 31000 Toulouse, 05 34 40 64 72 (da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 13:00 alle 18:30, sabato dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 13:00 alle 17:00)

    L’Écluse de Castanet, chemin d’Augustin, 31320 Castanet-Tolosan 05 61 81 51 67 (aperto tutti i giorni per pranzo e cena)

     

    Localizzazione: Toulouse · Vedi su google maps

    Come arrivare a Tolosa