UN GIRO IN LAGUNA

    Ritorno
    Un giro in laguna

    Autore: Michele Del Pup

    Venezia divide la sua laguna in due parti, una a Sud e l’ altra a Nord, entrambe disseminate di isole grandi e piccole, molte delle quali ormai disabitate ed abbandonate, dove si trovano testimonianze della storia della città. Qualche volta ho l’ occasione di andare, a Torcello a far visita ad un amico che ha comperato casa nell’ isola.

    Per arrivare in questa parte lontana della città si può utilizzare la motonave della linea 14 che parte dal pontile di fronte alla chiesa della Pietà, a pochi passi da S. Zaccaria.

    Dal ponte superiore della motonave si gode una vista panoramica della laguna durante il tragitto che, in circa un’ ora di una sempre piacevole navigazione, attraversa buona parte della laguna Nord arrivando fino a Burano.

    Dopo la breve sosta al Lido la motonave riparte verso Punta Sabbioni e si può godere il passaggio davanti al forte di S. Andrea, opera di architettura militare che difendeva l’ ingresso a Venezia dal mare. Si attraversa quindi l’ imboccatura del porto di S. Niccolò, dove l’ occhio si perde verso il mare aperto e, dopo l’ approdo a Punta Sabbioni, si prosegue il viaggio tra i silenziosi canali della laguna Nord.

    Il mio amico, per lavoro, é sempre in mezzo alla gente ed alla frenetica confusione che regna in centro a Venezia, ed a Torcello ha il suo ritiro, nel silenzio della laguna, dove la vita pare ancora scorrere con i ritmi del passato.

    In questa oasi di pace, per rilassarsi e vincere lo stress, se ne va in barca per i canali, dove qualche volta l’ accompagno anch’io vogando assieme a lui immersi in un silenzio a cui non si é quasi più abituati rotto solo dal passaggio di qualche barca di pescatori, mentre lungo le sponde delle barene, i piccoli lembi di terra che appena emergono dall’ acqua, vivono  aironi, garzette e cavalieri d’ Italia che zampettano alla ricerca del cibo.

    Finito il breve giro, vogare é faticoso se non si é abituati ed allenati, si ritorna dirigendo verso le colorate case di  Burano che guidano il nostro ritorno come i vecchi pescatori.

    Rientrando a Venezia, nel tardo pomeriggio,la luce del tramonto  colora la laguna con inattese sfumature ed aggiunge un regalo di un’ altra emozione, mentre viaggio verso casa su  quest’ acqua che circonda la città rendendola unica.

    Vedi su google maps

    Come arrivare a Venezia