VENEZIA DA ALTRI PUNTI DI VISTA

    Ritorno
    Venezia da altri punti di vista

    Autore: Michele Del Pup

    E’ difficile camminare per la città senza trovare angoli pittoreschi che stupiscono il visitatore per la loro particolarità e bellezza. Ma differenti ed insoliti punti di vista si offrono ad un occhio attento e curioso, con panorami diversi e meno scontati, osservando la città dall’ alto o a filo d’ acqua.

    Una salita sul campanile di S. Marco o su quello dell’ isola di S. Giorgio, offrono la visione di Venezia come la vedono piccioni e gabbiani che quotidianamente la sorvolano.

    Ciò che meraviglia, guardando dall’ alto, è la dimensione della città che, camminando per le sue calli e campielli, appare un inestricabile ed immenso labirinto, mentre dalla cima di un campanile si rivela allo sguardo con una dimensione minore di quanto si potesse immaginare.

    L’ occhio, correndo sopra lo spettacolo dei suoi tetti color mattone, ognuno con la propria altezza, spazia da un estremo all’ altro della città, riuscendo a cogliere tutti i luoghi identificabili attraverso la sommità di alcuni palazzi o la punteggiatura dei vari campanili che svettano, spuntando improvvisi, dall’ alternarsi dei tetti.

    Spingendo lo sguardo oltre i confini della città si vedono numerose isole che punteggiano la laguna a Nord ed a Sud, dalle più grandi e note fino a quelle più piccole e meno conosciute.

    Verso la terraferma subito lo sguardo viene attratto dalle strutture del porto con grandi gru e magazzini, mentre verso oriente i riflessi del mare, oltre il Lido, nelle giornate limpide brillano all’ orizzonte.

    La prospettiva cambia completamente quando, con un giro in barca, si scende a filo d’ acqua lungo i canali con un’ altra visione della città. Se non avete un amico veneziano che vi porti in barca per i canali potete fare questa esperienza salendo su una gondola, in uno dei vari punti della città dove sostano gondole e gondolieri in attesa di clienti.

    Seduti quasi sull’ acqua ci si inoltra per i tortuosi e stretti canali animati dal traffico delle imbarcazioni che ogni giorno li percorrono. Come per le strade delle città ve ne sono di più trafficati ed altri percorsi da sporadiche imbarcazioni ed in questi ultimi, nel silenzio rotto solo dal rumore del remo e dalle voci provenienti da qualche finestra aperta che vi si affaccia o dai passanti lungo qualche strada che li costeggia, si scivola in un susseguirsi di case, addossate le une alle altre, tra le quali di tanto in tanto si apre una riva che offre uno sguardo dentro una calle in un angolo fuori dal tempo.

    Localizzazione: Venezia · Vedi su google maps

    Come arrivare a Venezia