VENEZIA FUORI STAGIONE

    Ritorno
    fuori stagione

    Autore: Michele Del Pup

    Una città può essere visitata in molti modi che sono legati dal tempo disponibile e da ciò che si vuole trovare o scoprire durante il soggiorno.

    Venezia, come tutte le città storiche, offre molto dal punto di vista di musei ed edifici storici, di vedute spettacolari e di luoghi antichi carichi di storia.

    Ma c’è anche la Venezia,un po’meno visibile seppur sotto gli occhi del visitatore, ed è quella delle atmosfere, dei colori e della bellezza struggente che si incontrano in modo particolare quando inizia l’autunno o l’inverno.

    Lontano dai periodi di alta stagione, quando in città pare si diano appuntamento i turisti di tutto il mondo, la città si avvolge spesso in una coltre di foschia, se non di nebbia fitta, che pare voglia nasconderla allo sguardo e cambia la percezione dei luoghi, ovattando suoni e luci oppure quando un cielo grigio incombe sulla città e la sensazione di umido che pervade l’aria entra nelle ossa nonostante ci si copra adeguatamente.

    In questi momenti per me la città appare se stessa, come una vecchia signora che si sia tolta il trucco e, nonostante i segni degli anni, mostri ancora una sua intatta bellezza ed un fascino intramontabile.

    Una bellezza fatta di sensazioni impalpabili, di impressioni di atmosfere in cui si ritrova una quasi triste malinconia che, come la nebbia, avvolge la città e le persone.

    E mentre frettolosi passanti appaiono all’improvviso dalla foschia per poi altrettanto rapidamente scomparire, lasciando dietro di se lo scalpiccio dei loro passi, ci si ritrova immersi in un mondo irreale, quasi di sogno, in cui pare il tempo si sia fermato ed in un attimo ci si sente trasportati in un lontano passato e ci si aspetta di veder apparire, dalla bruma in cui si è immersi, personaggi d’altri tempi avvolti nei loro mantelli e tabarri con in testa il tricorno che parlano di viaggi verso l’oriente e dei loro commerci.

    Ma un improvviso fischio di una motonave che passa ci risveglia di colpo da un sogno, perché Venezia è proprio anche questo: un sogno ad occhi aperti, per chi sa e vuole sognare.

    Vedi su google maps

    Come arrivare a Venezia